Multe di oltre 10mila euro: se ti beccano così in strada non hai scampo

L’abbandono dei rifiuti in Italia è un problema che non solo deturpa l’ambiente ma comporta anche serie conseguenze legali per chi si rende responsabile di tale atto.

Un episodio recentemente riportato ha evidenziato come le autorità stiano affrontando con rigore questo fenomeno.

abbandonare divano
Cosa succede se abbandoni un divano? (RollerCoasterRevolution.eu)

Cosa succede se decidi di abbandonare un divano o un oggetto simile per strada? Andiamo a scoprirlo.

Un caso eclatante di abbandono rifiuti

Una notizia che ha suscitato grande stupore è stata quella di un uomo che, durante la notte, ha deciso di liberarsi di due divani abbandonandoli in campagna. La sua azione non è passata inosservata: la polizia locale, dopo averlo identificato, ha preso una decisione esemplare.

Non solo i divani sono stati riportati al mittente, scaricandoli nel suo giardino, ma all’uomo è stata anche inflitta una multa da 10.000 euro. Questo gesto rappresenta l’ultimo atto della guerra dichiarata dalle autorità all’abbandono indiscriminato dei rifiuti.

Il problema dell’abbandono dei rifiuti in Italia

L’Italia si trova a fronteggiare quotidianamente il fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti domestici: vicino ai cassonetti, per strada o nelle campagne. Questi comportamenti incivili sono frutto di una mancanza di rispetto non solo verso l’ambiente ma anche verso la comunità stessa.

divano non abbandonarlo
Abbandonare un divano, i rischi (RollerCoasterRevolution.eu)

Umberto Eco, nel suo romanzo “Il nome della rosa”, suggeriva ironicamente che per evitare atti incivili bisognerebbe appellarsi al senso religioso degli italiani piuttosto che al loro civismo.

Le sanzioni previste dalla legge

Per contrastare questi comportamenti deprecabili, la legge italiana prevede sanzioni amministrative e penali specifiche. A partire da ottobre del 2023 le pene sono state ulteriormente inasprite: ora chi abbandona i rifiuti rischia molto più di prima.

I trasgressori possono essere colpiti con ammende che vanno da 1.000 a 10.000 euro; cifra che può addirittura raddoppiare nel caso di rifiuti pericolosi.

Differenza tra reati e leciti amministrativi

È importante sottolineare come non ogni forma di abbandono sia considerata reato penale: l’abbandono di modeste quantità da parte del singolo cittadino – come il getto a terra di un fazzoletto o un mozzicone – rimane un semplice illecito amministrativo punito con sanzioni minori (da 30 a 150 euro).

Tuttavia, queste ultime vengono anch’esse aggravate se si tratta ad esempio di prodotti da fumo.

Procedure e agevolazioni nella definizione delle violazioni

La legge offre anche possibilità conciliative attraverso procedure definite agevolate: se le violazioni non hanno causato danni o pericoli concreti all’ambiente o alla pubblica sicurezza è possibile ottenere riduzioni significative delle somme dovute fino al 75%.

Inoltre, viene data la possibilità ai trasgressori di ripristinare lo stato dei luoghi e cessare eventuali attività nocive ancora in corso; adempiendo a queste prescrizioni si può accedere al pagamento ridotto dell’ammenda (2.500 euro per i rifiuti non pericolosi e 5.000 euro per quelli pericolosi), estinguendo così il reato senza conseguenze sulla fedina penale.

Conseguenze della mancata adesione alle prescrizioni

Chi sceglie invece d’ignorare gli ordini impartiti dall’autorità si espone a conseguenze ben più severe: scatta infatti il decreto penale di condanna con pena pecuniaria immediata da saldare entro quindici giorni dalla notifica del provvedimento.

Queste misure riflettono la determinazione delle autorità italiane nel combattere l’inquinamento ambientale causato dall’abbandono indiscriminato dei rifiuti e sottolineano l’importanza del rispetto delle normative vigenti sia nell’interesse personale sia collettivo.

Impostazioni privacy