Pancia gonfia, un disturbo frequente nei cambi di stagione: quali sono le cause e come curarlo

La pancia gonfia, soprattutto durante i cambi di stagione, è un disturbo molto frequente e fastidioso che ha varie cause.

Il gonfiore a livello addominale può avere varie cause ed è importante capire se il disturbo è generalizzato o se si acuisce solo in determinati periodi dell’anno. Questo può rispondere ad alcune questioni che possono indirizzare o meno verso soluzioni a breve termine.

Pancia gonfia cause come curarlo
Pancia gonfia, da cosa dipende e come curarla (rollercoasterrevolution.eu)

Ovviamente solo il medico può dare indicazioni specifiche sulla natura di questo fastidio laddove non sia temporaneo e quindi legato a cambi di stagione o motivi passeggeri. Per questo motivo, laddove vi sia una sintomatologia vera e propria, occorre parlarne con il medico.

Pancia gonfia: cause e come curarla

Il gonfiore in zona addominale è fastidioso non solo per quello che può determinare, in termini di disturbi veri e propri, ma anche perché rende difficile talvolta stare seduti, appesantisce il respiro e può essere quindi oggetto di particolare attenzione da parte di chi ne soffre.

Pancia gonfia disturbo frequente cambi di stagione
Pancia gonfia nel cambio di stagione, cosa fare (rollercoasterrevolution.eu)

Questo si può manifestare a livello dello stomaco o a livello dell’intestino e tipicamente si determina quando c’è tanta aria e quindi gas che circolano e stazionano in quelle zone. Le cause più comuni sono da ricercare in un’alimentazione non equilibrata, alcol, fumo, masticazione veloce, scarsa idratazione, uso di farmaci specifici. Più in generale si può manifestare con cambiamenti ormonali, variazioni di abitudini, di clima, sedentarietà.

La prima cosa a cui prestare attenzione è l’alimentazione, quindi evitare cibi pesanti, condimenti grassi, aumentare l’apporto di frutta e verdura prediligendo quelle che sono le tipologie meno aggressive, quindi insalata, carote, zucca. La verdura va consigliata cotta, accompagnata da pesce, carne, pasta.

Il tutto bevendo almeno 1.5 litri di acqua al giorno, evitando di eccedere durante i pasti. Tra le cause del gas intestinale ci sono anche zuccheri, fruttosio, dolcificanti, lattosio e fermentabili quindi carboidrati compresi. Ovviamente anche altri alimenti classici come i legumi possono apportare questi problemi.

Più in generale bisogna fare attenzione, quindi mangiare rilassati, seduti e con calma. Niente fretta o stress anche quando si consuma il pasto, niente posizioni errate o contrazione dei muscoli. Bisogna masticare lentamente, con calma.

Se ci sono dubbi o problemi è possibile contattare il medico, se il gonfiore persiste potrebbe essere infatti connesso a una problematica di tipo medico e non una semplice abitudine o il cambio stagionale, in quel caso sarà lo specialista a determinare di cosa si tratta.

Impostazioni privacy