Il futuro dei parchi divertimento: 5 innovativi ride concepts per il 2020

0
0
0
s2smodern

Il futuro dei parchi divertimento: 5 innovativi ride concepts per il 2020

La tecnologia dietro le rides dei parchi divertimento si è evoluta con un ritmo assai elevato, guidata dagli investimenti di marchi quali Disney e Universal e, ovviamente, dalle ditte costruttrici di attrazioni.

Il 2014 vedrà il debutto a Disneyworld di Seven Dwarfs Mine Train con le sue carrozze oscillanti e dell’attrazione della banca Gringotts agli Universal Studios Orlando, la quale con ogni probabilità fisserà una nuova eccellenza a livello di attrazioni ibride roller coaster-dark ride. Anche sforzi economici minori promettono di non fare mancare sorprese: un esempio è Wonder Mountain’s Guardian a Canada’s Wonderland, una dark ride 4d che presenterà elementi innovativi.

Ma cosa ci aspetta in un futuro leggermente più distante, tra 5 o 10 anni? Che tipo di rides dobbiamo aspettarci di vedere? Non abbiamo una sfera di cristallo, ma abbiamo conoscenze tra gli addetti ai lavori. Abbiamo chiesto a qualche esperto di regalarci qualche idea di ciò che potremo aspettarci in questo lasso di tempo, quindi abbiamo arruolato l’artista “concept” Matthew Zikry per rappresentarli.

CONCEPT 1: KODIAK CANYON: IL ROLLER COASTER MULTI PERCORSO

Ideatore: Joel Bullock, noto critico di roller coasters.

Kodiak Canyon porterà i roller coasters interattivi ad un nuovo livello. Abbiamo visto rides come Hollywood Rip Ride Rockit, in cui gli ospiti possono scegliere la canzone con cui vivere l’attrazione, ma su Kodiak Canyon i riders sceglieranno che percorso effettuare. Durante la corsa si troveranno 2 freni, ognuno dei quali presenterà uno scambio che direzionerà i treni verso il percorso che gli ospiti avranno votato tramite i tasti presenti a bordo. Questa attrazione offrirà 4 percorsi alternativi, quindi prepariamoci a risalire più e più volte su Kodiak Canyon.

CONCEPT 1: KODIAK CANYON: IL ROLLER COASTER MULTI PERCORSO

CONCEPT 2: IL ROLLER COASTER A SBALZO

Ideatore: Nick Weisenberger, di coaster101.com, basata su un’incredibile invenzione di John Hogg.

Il roller coaster a sbalzo (Cantilevered Roller Coaster, CRC) potrebbe rivoluzionare l’industria dei parchi portando le thrill rides ad un nuovo livello di imprevedibilità e divertimento. Il sistema CRC utilizza 2 tracciati, ognuno con uno chassis, uno sopra l’altro. Sullo chassis più in basso è montato un braccio di supporto, che si collega a quello di sopra tramite un cuscinetto scorrevole. I guests si trovano nella porzione tematizzata del veicolo, montata in cima al braccio e che si trova sopra al binario più in alto.

CONCEPT 2: IL ROLLER COASTER A SBALZO

Come il veicolo inizia a muoversi, il tracciato superiore e lo chassis che gli scorre sopra fungono da fulcro per il braccio di supporto. Il binario inferiore segue un tracciato leggermente differente rispetto a quello superiore, e ciò causa un movimento della vettura degli ospiti, che può essere in qualunque direzione delle 3 dimensioni. I tracciati inoltre possono essere nascosti, visto che si trovano ad un livello diverso da quello dei guests, creando un’esperienza imprevedibile.

Il sistema CRC è stato concepito per permettere ai veicoli di muoversi in modo differente dal tracciato principale. È similare a quei sistemi che impiegano un simulatore multi assiale su veicoli (per esempio Indiana Jones Adventure e Harry Potter and the Forbidden Journey), senza però prevedere l’utilizzo di complicati sistemi idraulici ed elettronici, con in più il pregio di potersi muovere su veri e propri tracciati “ondulati” da roller coaster.

CONCEPT 3: MEGA COASTER-DARK RIDE INDOOR

Ideatore: Arthur Levine, esperto scrittore viaggiatore che rappresenta il Theme Parks Guide su About.com

Questa attrazione utilizza set e proiezioni 3D in stile dark ride per immergere gli ospiti in una storia. Il sistema dell’attrazione è un launched coaster, in grado sia di attraversare lentamente le varie sezioni dell’attrazione, sia di portare l’attrazione ad un alto livello thrill.

La vera novità di questa attrazione è però quella dell’altezza, che può arrivare fino a 60 metri, con numerose cadute ed airtimes che seguono l’andamento della storia della dark ride, il tutto all’interno di un enorme edificio. Questo può includere per esempio enormi schermi alti 40 metri e lunghi 90, che permetterebbero, date le loro dimensioni, di continuare a seguire la storia nonostante la velocità. E visto che includerà vere e proprie sezioni lente in classico stile dark ride, ciò permetterà di avere un’attrazione di durata abbastanza lunga, circa 5 minuti.

CONCEPT 3: MEGA COASTER-DARK RIDE INDOOR

CONCEPT 4: PIRATI DEL FUTURO

Ideatore: Nick Sim, editore di Theme Park Tourist

Le boat rides in stile Pirates of the Caribbean sono una popolare attrazione dei parchi divertimenti, soprattutto perché offrono un’elevata portata oraria. Detto ciò, in tutti questi anni si sono evolute molto poco, riducendosi quasi sempre a presentare scene zeppe di animatronics. Questo concept porta queste rides verso un livello al quale quelle “asciutte” si sono già avviate.

“Pirati del futuro” porterà i guests in una serie di rappresentazioni di furiose battaglie tra la Marina Inglese ed una banda di pirati fuorilegge. Le imbarcazioni tematizzate in stile piratesco, ognuna delle quali potrà portare fino a 20 ospiti in 5 file da 4, non navigheranno in un tracciato, ma in “oceano aperto”, con la loro posizione controllata tramite un sistema gps locale.

Ci saranno inoltre sezioni interattive, che vedranno i guests comandare un cannone sulla loro nave, che innescherà esplosioni nelle scene di fronte a loro (con l’esplosione che cambierà posizione a seconda della mira dell’ospite). Le imbarcazioni avranno anche un sistema che le scuoterà e le inclinerà quando si verrà colpiti o si scontrerà contro scogli ed onde.

Le scene, più che animatronics, presenteranno un mix di set reali ed immagini 3D, con ologrammi mobili a grandezza naturale.

La combinazione random di tutti questi elementi porterà ad avere esperienze sempre diverse ed anche gli ospiti contribuiranno a tutto ciò (per esempio mancando una nave nemica nel momento chiave).

CONCEPT 4: PIRATI DEL FUTURO

CONCEPT 5: LA FLAT RIDE INTERATTIVA

Ideatore: Brian Krosnick, esperto scrittore di Theme Park Tourist

Come cambieranno le flat rides in futuro? Oggi ne abbiamo di ogni forma e colore, dal più classico dei caroussels al più high tech dei top spins.

Immaginate ora una nuova razza di flat rides, immaginate apposta per voi. Cardiofrequenzimetri, input audio e touch-screens individuali possono “disegnare” la vostra esperienza in pochi secondi. Selezionate un livello di intensità e tenetevi al cardiofrequenzimetro di fronte al vostro sedile. Durante la corsa misurerà le reazioni del vostro corpo a scosse, movimenti e giravolte e ricalcolerà il percorso in tempo reale per andare incontro alla tipologia di attrazione che avete richiesto all’inizio. Con sensori audio, parole come “stop” possono calmare la corsa della vostra vettura personale; al contrario, qualche secondo di troppo di silenzio farà sì che l’attrazione si “impegnerà” per farvi ridere ed urlare.

Connettere poi questa ride ai braccialetti RFID (un esempio sono i Magicbands di Disney) farà sì che quando salirete l’attrazione riconoscerà le vostre preferenze ed alla fine vi proporrà un paio di domande per aggiornare i vostri dati.

Considerando poi l’enorme quantità di stili, forme e dimensioni realizzabili, le flat rides del futuro potranno essere costruite su misura per voi ed interconnesse tra loro con le vostre informazioni personali riguardanti il divertimento salvate in un cloud.

CONCEPT 5: LA FLAT RIDE INTERATTIVA

RollerCoasterRevolution.eu © tutti i diritti riservati
Fonte Originale:
The Future of Theme Parks: 5 Innovative Ride Concepts for 2020 By Theme Park Tourist