Se hai questi sintomi corri dal medico: rischi di avere un problema potenzialmente letale

Ci sono alcuni sintomi che non si devono sottovalutare e che possono far presagire la presenza di patologie anche molto gravi.

Oggi vi descriviamo i sintomi di una malattia potenzialmente letale che vi dovrebbero indurre, in caso di riscontro, a contattare un medico.

Se hai questi sintomi vai dal dottore
Sintomi pericolosi, cosa fare? (Canva) RollerCoasterRevolution.eu

Il diabete è una condizione che colpisce milioni di persone in tutto il mondo, caratterizzata da livelli elevati di glucosio nel sangue. Questa patologia può avere conseguenze gravi sulla salute se non gestita adeguatamente. Tuttavia, molti si chiedono: è possibile riconoscere i segnali dell’iperglicemia senza dover necessariamente misurare la glicemia? La risposta è affermativa. Esistono infatti diversi sintomi che possono indicare un’eccessiva presenza di zucchero nel sangue e che dovrebbero spingere a effettuare controlli medici per prevenire complicazioni.

Hai questi sintomi corri dal medico

Uno dei primi segnali che possono indicare livelli elevati di glucosio nel sangue è una costante sensazione di fame, anche subito dopo aver mangiato. Questo paradosso si verifica quando il corpo non riesce ad utilizzare efficacemente il glucosio presente nel sangue per convertirlo in energia. Di conseguenza, nonostante l’abbondanza di zucchero circolante, le cellule “avvertono” la necessità di ulteriore nutrimento, spingendo l’individuo a mangiare più del necessario.

Un altro sintomo significativo del diabete tipo 1 è la rapida perdita di peso. In questa condizione autoimmune, l’organismo non produce insulina, fondamentale per permettere al glucosio di entrare nelle cellule e fornire energia. Senza insulina esogena, il corpo inizia a consumare le proprie riserve energetiche (grassi e muscoli), portando a una notevole diminuzione del peso corporeo.

Corri dal medico
Gravi pericoli per la salute (Canva) RollerCoasterRevolution.eu

L’eccesso di zucchero nel sangue può causare poliuria la produzione abbondante di urina – con conseguente disidratazione. I reni lavorano infatti più del solito per eliminare il glucosio attraverso le urine, perdendo al contempo grandi quantità d’acqua.

La sete incessante rappresenta un diretto riflesso dell’aumentata concentrazione glucosica nel sangue e della disidratazione sopracitata. L’ipotalamo rileva questo squilibrio ed emette segnali che inducono un bisogno costante d’idratazione.

La mancanza o l’utilizzo inefficiente del glucosio da parte delle cellule porta inevitabilmente a stanchezza cronica e mancanza d’energia. Il sistema nervoso risente particolarmente della carenza energetica manifestandosi con confusione mentale e mal di testa frequenti.

Nel breve termine l’iperglicemia può causare visione offuscata dovuta alle variazioni dei liquidi oculari; mentre sul lungo periodo può portare alla cecità attraverso lo sviluppo della retinopatia diabetiche causate dai danneggiamenti ai capillari retinici.

I danneggiamenti ai nervi periferici sono una complicanza comune dell’iperglicemia cronica; questi si manifestano con formicolii o intorpidimenti soprattutto nelle estremità come manie piedi e rendendo evidente la gravità della situazione se trascurate.

Se notate che ferite superficiali e guariscono con difficoltà o troppo lentamente potrebbe essere un campanello d’allarme legato all’elevato livello di glucosio nel sangue che ostacola i processi di cicatrizzazione naturale del corpo umano.

Impostazioni privacy